Menu Chiudi

L’Italia non sta più crescendo

L’Italia non sta più crescendo

L’istituto di ricerca Istat stima che l’economia italiana ristagna ed il Pil si arresta dopo tre anni di crescita; dati in controtendenza rispetto alle attese proprio nel momento in cui il governo si appresta a presentare alle Camere la legge di bilancio. Infatti, nel terzo trimestre dell’anno il prodotto interno lordo è rimasto invariato, pari a zero, nel confronto con i tre mesi precedenti; Il mercato si attendeva una crescita dello 0,2 % su base trimestrale e dell’1%su base annua. A pesare soprattutto la debolezza dell’attività industriale, manifestatasi nel corso del corrente anno dopo una fase di intensa espansione, appena controbilanciata dalla debole crescita degli altri settori.  In tal proposito è intervenuto il presidente del Consiglio Conte  affermando che quello del Pil è un dato congiunturale già previsto, ragion per cui è necessario dare vita a una Manovra espansiva che miri ad invertire il trend ,manovra che comprende misure di impatto minimo come la tassa fissa al 15% per chi da ripetizioni private e la concessione gratuita di terreni demaniali agricoli per le famiglie con tre figli, inoltre previsti stanziamenti per il rinnovo dei contratti dei dipendenti pubblici e per azionisti e obbligazionisti danneggiati dai fallimenti bancari.

Gianluca Scopelliti